Shu Todoroki rappresenta il Giappone al Gran Premio Mondiale

e gareggia con il numero 7 per il team "Le Motor Prototype".

Cresciuto ai piedi del Monte Asama, un vulcano giapponese attivo,

Shu viene ben presto proclamato campione sul circuito di Suzuka.

Sulla sua linea elegante spicca un drago Ka-Riu rosso fuoco,

che Shu ha ripreso da una leggenda giapponese, sentendosi affine a questo drago piccolo ma feroce.

La storia del suo team costellata di vittorie: il suo coach, una Mazda,

stato l'unico vincitore giapponese a Le Mans

e Shu non vede l'ora di dimostrare a tutti la sua bravura al Gran Premio Mondiale.